Fate attenzione ai vostri contatori! Ecco spiegato il motivo!

Oggi vogliamo mettervi in guardia e suggerirvi di controllare bene i vostri contatori della luce, in quanto è possibile che stiate pagando un conto molto più salato di quanto dovreste fare in realtà.
contatori
Si parla in particolare di alcuni contatori che vengono usati dall’Enel, il più grande operatore elettrico d’Italia, ed altre società minori meno conosciute come l’Acea, una multiservizi che si occupa della gestione delle reti nei settori dell’acqua, dell’energia e dell’ambiente. Questi contatori risulterebbero difettosi, in quanto manca la loro certificazione, che garantisce una corretta misurazione dei consumi energetici per come previsto dalla legge.

Questo tipo di dispositivo impreciso è molto diffuso su tutto il territorio italiano, così molti cittadini hanno pagato a queste società più del previsto. Se ne è parlato anche in Parlamento, soprattutto da parte di Davide Crippa, vice capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, e da molti suoi colleghi dello stesso partito. Il deputato si è lamentato con il ministro dello sviluppo economico per l’assenza di controlli indetti per questi dispositivi, controlli che dovrebbero in teoria essere previsti ed obbligatori. Il piemontese Davide Crippa ha fatto notare come questi contatori non siano stati omologati né posti ai dovuti controlli da parte di un terzo ente, ma siano anzi targati C E, importati quindi dalla Cina, e non omologati secondo i criteri dell’Unione Europea.
contatori
Anche per il MISE, il Ministero per lo Sviluppo Economico, c’è molta confusione riguardo questo problema e la legislazione stessa non risulta del tutto chiari in proposito. È stata fondata per questo motivo la Class action di codici Onlus, formata già da circa 200 partecipanti, per risolvere questa truffa e che invita tutti quelli che vogliono un risarcimentoa contattare l’associazione stessa tramite il sito www.codici.org, con cui scaricare il modulo di richiesta rimborso.

loading...

Leave a Reply